Il sentimento del nudo e la magia dell'oriente

Questa mostra conferma la statura cosmopolita di Emilio Ambron e la sua eccellenza nel disegno che ne fa l’erede dei grandi maestri a cui si è ispirato. In una lunghissima carriera decollata negli anni venti, Ambron ci ha proposto un universo di forme che riescono a vivere, proprio per la magica solidità dei volumi e l’intensità delle atmosfere create, in una dimensione senza tempo, al di là dei condizionamenti delle mode che hanno continuamente mutato e messo in discussione i percorsi artistici del Novecento.