Due sponde un solo mare

Mostra itinerante della scultrice siracusana Roberta Conigliaro. Le prime tappe della Mostra si sono svolte nel 2016 al Museo Regionale Pepoli di Trapani e a Palazzo Montalto a Siracusa. A Febbraio 2017 il progetto è approdato a Tunisi, durante il Convegno Internazionale di Studi Mediterranei (promosso dall’Università La Manouba e dall’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi) dedicato a “Sicilia, Insularità e Identità mediterranee”, in seguito è stato esposto a Milano alla Galleria d’Arte Contemporanea MAEC.

L’ispirazione dell’autrice nasce da lontano, da un sogno di bambina, quando seduta sugli scogli di fronte a Siracusa guardando il mare immaginava l’altra parte della costa africana. Dallo sguardo lungo questo orizzonte nasce il progetto della mostra: un insieme di suggestioni e immagini scolpite in pietra e terracotta alle quali accostare alcuni testi, scritti durante la realizzazione delle opere, che accompagnano il percorso del visitatore.

Due continenti, Africa e Europa, uno di fronte all’altro e separati da una striscia di mare: il Mediterraneo, il mare di mezzo. Un mare dove si affacciano numerosi popoli con differenti culture che nei secoli si sono scontrati, ma anche mescolati, lasciandoci un patrimonio artistico che risente di queste reciproche influenze.